loading...
Partita odierna
PARMA-CESENA 0-0
Sabato 16 dicembre ore 15.00
Prossima partita
CESENA-PALERMO
Giovedì 21 dicembre ore 20.30
CITTADELLA - CESENA 4-0

CITTADELLA - CESENA 4-0

CITTADELLA (4-3-1-2) Paleari; Salvi, Varnier Pelagatti, Pezzi; Settembrini, Iori, Pasa; Schenetti; Litteri, Kouame. A disp: Corasaniti, Benedetti, Iunco, Chiaretti, Caccin, Bartolomei, Arrighini, Siega, Adorni, Camigliano, Bizzotto. All. Venturato

CESENA (3-5-2) Fulignati; Rigione, Cascione, Scognamiglio; Fazzi, Sbrissa, Laribi, Schiavone, Eguelfi; Gliozzi, Jallow. A disp: Agliardi, Melgrati, Mordini, Cacia, Moncini, Esposito, Panico, Maleh, Kupisz, Kone, Farabegoli, Di Noia. All. Camplone.


Arbitro: Pillitteri di Palermo. Assistenti: Cangiano di Napoli, Bresmes di Bergamo. Quarto uomo: Ayroldi di Molfetta. 

Reti: Kouame '8 pt., Salvi '26 pt., Kouame '44 pt.; Iori '33 st.

Ammoniti: Pezzi, Pelagatti , Jallow

Commento: Camplone spiazza tutti lasciando in panchina Daniele Cacia autore della doppietta contro l'Avellino e si affida in avanti alla coppia Gliozzi, Jallow disponendo in campo la formazione bianconera con un 3-5-2. Incontro che nei primi minuti offre subito i primi spunti con il livoriano Kouame che fa prendere paura a Fulignati, per fortuna del numero 1 bianconero, la palla lambisce il palo. Ma all'ottavo minuto, dopo un banale errore di Laribi il Cittadella passa in vantaggio proprio con Kouame che dopo una finta mette il pallone in fondo alla rete immobilizzando il portiere cesenate. Passano tre minuti ed ancora l'attaccante veneto a rendersi pericoloso con i difensori del cavalluccio sempre in grande difficolta. I padroni di casa attaccanto con veemenza fino al ventisimo schiacciando il baricentro del cavalluccio quasi irriconoscibile, privo di idee e in totale confusione. Lo schema di Camplone viene poi abbattuto letteralmente quando Fazzi atterra in area Pasa, per Pellitteri è calcio di rigore. Fulignati intercetta ma nulla può sulla ribattuta di Salvi che al ventiseiesimo raddoppia.
La formazione di Venturato si ritrova in doppio-vantaggio non tanto per i suoi meriti, ma per l'immobilismo del Cesena che sono alla mezz'ora riesce a rendersi pericoloso con Jallow, la punta prende la mira, ma la sfera finisce di poco a lato. Questo l'unico sussulto degli ospiti che continuano a sbagliare il ritmo della partita fino al punto che il Cittadella potrebbe chiudere l'incontro con Settembrini; il difensore da fuori area colpisce clamorosamente il palo pieno con Fulignati che sente i brividi alla schiena. Il tecnico pescarese prova a scuotere la squadra dopo più di una mezz'ora di totale immobilismo. Il tono acuto di Camplone serve quantomeno a ridare un po' di speranze per riaprire un incontro partito malissimo. Cascione prende per mano i compagni e al trentanovesimo fa da torre per Scognamiglio, ma l'ex barese s'accartoccia e non sfrutta al meglio un'ottima occasione per accorciare il risultato. I primi quarantacinque minuti di gioco sono un monologo granata con Litteri che a chiusura di tempo non approffitta per bissare il 3-0 dopo un errore madornale di Eguelfi, decisamente non in serata e che nella ripresa verrà sicuramente sostituito. Ma la prima frazione non è ancora finita.
Il Cittadella ha sempre la forza di nascondere il pallone all'avversario e cala il tris con il migliore in campo ovvero Kouame scuola Inter, che firma la sua prima doppietta stagionale in serie B. Cesena davvero camaleontico dopo il successo interno contro l'Avellino. Al Tombolato bianconeri completamente in bambola.
Finisce il primo tempo con il Cesena senza idee e dignità, mentre per la squadra di casa basta la velocità per mettere a tappeto l'avversario.
Nella ripresa il tecnico romagnolo sostituisce Cascione per dare spazio ad Esposito e richiama anche Sbrissa, al suo posto entra i nazionale under 20 Panico che si avvicina subito a Jallow. Nei primi dieci minuti in campo si vede solo il Cittadella che al settimo ha l'occasione per fare quaterna con Settembrini in vena di graziare Fulignati, ma il tiro al bersaglio continua e dopo cinque minuti e Rigione a salvare un ennesimo capitombolo quando all'utlimo istante riesce a deviare in angolo sul tiro di Pasa che si dispera. Camplone come tutta la squadra dimostrano di essere demoralizzati e il match appare virtualmente già chiuso con mezz'ora d'anticipo. In realtà due sussulti dei romagnoli vengono segnalati nel mio tacquino. Il primo con Panico che impegna severamente Paleari e poi con Laribi che tutto solo calcia in modo scomposto altissimo. Si prosegue con il risultato che non cambia anche per il merito di Fulignati che si deve superare in due occasioni prima su Litteri e successivamente sul bolide da fuori area di Schenetti.
Quando mancano quindici minuti al termine gli schemi saltano e le due compagini in campo si allungano creando occasioni su occasione. La prima capita a Panico che indirizza la sfera nello specchio della porta, ma l'estremo difensore granata respinge con i pugni.
I padroni di casa giocano per concedere a Litteri di trovare la via del goal. Ma anche quando potrebbe avere l'occasione di segnare su calcio di rigore e l'ex Iori che s'impossessa della palla e dagli undici metri spiazza Folignati. Quaterna del Cittadella con tutto lo stadio che applaude la prestazione dei propri begnamini e con l'arbitro Pillitteri che dedice di chiudere le ostilità.
Serata decisamente negativa per il Cesena che torna ad abassare la propria media inglese, mentre per il Cittadella la serata è tutta stellata.

Il Direttore editoriale - Foto Luigi Rega
Cav. Augusto Costantini
Ultim'ora
Cesenalè - Direttore Editoriale Carlo Cav. Costantini
Direttore responsabile Maurizio Vigliani

Via Luciano Lama, 120 (Zona concessionarie) 47552 Cesena (Fc)
Tel. +39 0547/632258
E-mail: editorecostantini@gmail.com
TITANKA! Spa © 2013